Shazam: da oggi identifica le canzoni anche attraverso la cuffia

Shazam è l’App più popolare nel settore della Musica, lanciata da pochi anni nel giro di poco tempo si è imposta come un’Applicazione quanto mai essenziali sugli smartphone di tutti noi, per i pochi che non sapessero cosa fà questa Applicazione è in grado di dirvi il nome di qualsiasi brano che state ascoltando e di cui non conoscete in nome, basta avviare l’App e far ascoltare pochi secondi del brano in questione, magicamente l’App vi dirà titolo del singolo ed il suo relativo artista.

Shazam: da oggi identifica le canzoni anche attraverso la cuffia

Come tutte le App per cellulari vengono aggiornate di continuo, l’ultimo aggiornamento introdotto nella popolare App va a risolvere un problema che da molto tempo veniva segnalato dagli utenti e che risultava essere abbastanza fastidioso, Shazam infatti non riesce a riconoscere i brani quando vengono ascoltati attraverso le cuffie di un dispositivo.

Questo significava che per conoscere titolo e autore della canzone era necessario staccare le cuffie e ripodurre la canzone mediante gli altoparlanti esterni del dispositivo.

Ma con l’ultimo aggiornamento dell’App le cose sono cambiate, i programmatori della popolare App hanno introdotto una nuova funzionalità chiamata Pop-up Shazam, disponibile nell’ultima versione Android dell’app, questa nuova funzionalità permetterà di riconoscere l’audio di un brano anche quando viene ascoltato con le cuffiette, con Shazam che funziona in background.

Quando l’utente cercherà di identificare un brano in questo modo la funzione Pop-up Shazam appare come un’icona di chat mobile nell’interfaccia utente del telefono. Compare in cima al display e, una volta identificato un brano, può mostrarne anche i testi. Gli utenti possono abilitare questa funzione nelle Impostazioni dell’app.

Al momento questo aggiornamento non è ancora disponibile per gli smartphone basati su sistemi iOS Apple, un particolare molto strano visto che l’App nel 2018 è stata acquistata proprio dalla APPLE, siamo sicuri che sarà solo questione di tempo ed la nuova funzione sarà disponibile anche per tutti i dispositivi di casa Apple.