Qualità Audio File Mp3, quali caratteristiche e come riconoscere un buon MP3

Il formato MP3 ha sicuramente avuto un ruolo fondamentale nella diffusione a livello globale della musica, grazie alla sua ridotta capacità di occupare spazio è diventato oggi lo standard digitale per chi ascolta la musica online e offline, in questa guida andremo a vedere tutti i segreti del file MP3 cercando di capire anche come riconoscere un file audio di qualità e quali sono le caratteristiche che lo rendono tale.

File Audio MP3 che cos’è?

Prima di entrare nello specifico della guida è doveroso fare una precisazione sulla qualità audio dei file Mp3, questo formato digitale effettua una compressione della traccia audio originale, durante questo processo di compressione la traccia originale che diventa poi un file MP3 perde la qualità originale, nel corso della guida andremo a vedere in maniera dettagliata quali sono le informazioni che si perdono durante la compressione, alla luce di quanto detto un file mp3 non potrà mai avere una qualità audio eccellente per i motivi appena esposti.

Fatta la doverosa premessa entriamo ora nel dettaglio e cerchiamo di carpire i segreti dei famosi file MP3 che noi tutti oggi utilizziamo per ascoltare la nostra musica preferita.

Il File MP3 unitamente alla diffusione delle connessioni internet hanno completamente cambiato e stravolto il modo di ascoltare e condividere la musica in tutto il mondo.

La forza del file MP3 è come abbiamo evidenziato la compressione una traccia audio di 3/4 minuti può occupare in termini di megabyte dai 3 fino ad un massimo di 12 megabyte a seconda della qualità del file mp3, considerando le attuali velocità di download delle nostre connessioni un brano lo scarichiamo in meno di 1 minuto in alcuni casi anche poche decine di secondi.

Ma come spesso succede c’è un risvolto della medaglia, come detto il punto di forza dei file Mp3, cioè la compressione, è anche il suo punto debole, per chi ama ascoltare la musica di qualità utilizzando anche strumenti adatti come cuffie e schede audio di ultima generazione, il file MP3 non è certamente la scelta giusta.

Nella premessa abbiamo specificato quale sia il punto debole del file MP3, ma precisamente quali sono le informazioni della traccia audio che si perdono durante il processo di compressione?

File MP3, quali sono le caratteristiche ed i parametri che ne indentificano la qualità?

Ad oggi il miglior formato audio che garantisce un ascolto pari a quello di un CD è il formato WAV che in termini di spazio occupa molti più megabyte rispetto all’MP3 perchè è un formato che non effettua nessun tipo di compressione sulla traccia e per tanto garantisce una resa audio ottimale.

Il file Mp3 in gergo viene definito un formato di tipo lossy, questo significa che quando si effettua una trasformazione di una traccia audio in questo tipo di formato audio si perdono una serie di informazioni della traccia audio che in nessuna maniera potremo recuperare anche se andassimo a decomprimere il file stesso.

Quando si effettua la trasformazione da Wav ad MP3 si vanno a tagliare le frequenze in kHz della traccia audio e questo rende il brano musicale più povero sotto il profilo della resa audio rispetto alla traccia originale, ovviamente questa qualità audio che viene persa può variare a seconda del tipo di musica che stiamo ascoltando, ad esempio se stiamo ascoltando una traccia audio mp3 di un tenore la qualità audio potrebbe interessare gli acuti e vocalizzi fatti dal cantante che potrebbero risultare non perfetti, se invece stiamo ascoltando una traccia di musica house potrebbero riserntirne i bassi di cui se ne fa un grande uso in questo genere di musica.

Non solo durante il processo di conversione si perde qualità ma anche tra gli stessi file MP3, esiste infatti una caratteristica che accompagna questi file che spesso accompagna anche il nome stesso del brano proprio per indicare la qualità di quel brano in formato MP3.

Gli MP3 sono accompagnati dall’acronimo KBPS che indica (Kilo Bytes Per Secondo) che indica la quantità di memoria occupata da ogni secondo della traccia audio, vediamo di seguito quali sono oggi i diversi formati di file MP3:

  • 64 Kbps
  • 96 Kbps
  • 128 Kbps
  • 192 Kbps
  • 256 Kbps
  • 320 Kbps

Tra i vari formati che abbiamo visto, ad oggi il file che garantisce una migliore resa audio è quello compresso a 320 Kbps che in pratica occupa molto più spazio rispetto agli altri e quindi effettua una minor compressione della traccia originale.

Esistono inoltre anche dei programmi che permettono di analizzare un file Mp3 e scoprire quali informazioni sono state tagliate, il software in questione è Spek (Acoustic Spectrum Analyser), un programma freeware che non necessita neanche di essere installato, il programma è disponibile per le piattafome Linux, Windows e Mac, Spek vi fornirà un dettgliato resoconto visivo delle frequenze in kHz utilizzate nel file audio, in questo modo sarà possibile comprendere meglio cosa manca e cosa sia stato tagliato, e quindi qual è la vera qualità audio del nostro file MP3.

Di seguito per completezza d’informazione mettiamo a disposizione anche i vari formati Mp3 con la relative frequenze massime a cui lavorano:

  • Traccia Wav 22 kHz (massima qualità audio)
  • Traccia Mp3 320 kbps 20 kHz
  • Traccia Mp3 192 kbps 18/19 kHz
  • Traccia Mp3 128 kbps 16 kHz

Di seguito mettiamo a disposizione anche i tracciati delle tracce audio nei diversi formati che vanno ad evidenziare proprio le frequenze a cui lavorano ogni singolo file MP3:

spettro kHz Traccia Audio Mp3 128 kbps

 

spettro kHz Traccia Audio Mp3 192 kbps

 

spettro kHz Traccia Audio Mp3 320 kbps